ARTICOLO

CARO BOLLETTE, NUOVO INTERVENTO DI COOPFOND A SOSTEGNO DELLE COOPERATIVE
Di Redazione

Scritto da Redazione

La società cooperativa è nata nel dicembre 2016 sin dalla nascita l’attività prevalente e’ stata quella di offrire servizi alle piccole e medie imprese.

6 Settembre 2022

La nuova misura di Coopfond si basa sul cosiddetto Decreto Aiuti, il Decreto legge 50 del 17 maggio convertito in legge il 14 luglio, che prevede interventi in favore di imprese, lavoratori e famiglie per fronteggiare gli effetti economici della crisi conseguente la guerra di aggressione della Federazione Russa in Ucraina.
Due le misure contenute in questo nuovo intervento di Coopfond, entrambe valide fino al 31 dicembre 2022. La prima è dedicata alle PMI cooperative che – avendo bisogno di liquidità per coprire maggiori costi derivanti dalle catene di approvvigionamento, dal rincaro dei prezzi di materie prime e fattori di produzione, dovuti alle sanzioni imposte alla Federazione Russa e alle contromisure adottate – possono accedere a finanziamenti bancari fino a 5 milioni, garantiti al 90% gratuitamente del Fondo Centrale di Garanzia.
Questo finanziamento può essere utilizzato per efficientare o diversificare la produzione o i consumi energetici; aumentare l’efficienza energetica per ridurre consumo di energia assorbito dalla produzione; ridurre o diversificare il consumo di gas naturale; migliorare la resilienza dei processi aziendali rispetto a oscillazioni eccezionali dei prezzi sul mercato dell’energia elettrica; fare investimenti o utilizzare capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali localizzati in Italia.
Per le Cooperative che, avendone i requisiti, decidono di imboccare questa strada Coopfond mette a disposizione le stesse agevolazioni previste nel primo intervento, ovvero la copertura dei costi di interessi del finanziamento che potrà avere un importo massimo di 300.000 ed interesse massimo 3% TAEG, con la possibilità di ampliare il piano di ammortamento a 60 mesi nel caso si tratti di finanziamento finalizzato ad investimenti.
La seconda misura si rivolge alle Cooperative che hanno bisogno di liquidità a seguito delle conseguenze economiche negative derivate dalla guerra in Ucraina: queste possono accedere in base al Decreto Aiuti a finanziamenti bancari garantiti da SACE (70-90%), utilizzando il finanziamento per il pagamento di costi del personale, canoni di locazione o di affitto di ramo d’azienda, investimenti o capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali localizzati in Italia.
Per queste imprese cooperative Coopfond coprirà i costi della garanzia SACE per i primi tre anni mentre dopo il terzo anno sarà possibile fare l’estinzione anticipata e rifinanziare con la banca o con Coopfond il debito.
Per ulteriori informazioni: scontoenergia@coopfond.it

Potrebbe interessarti…

BUONE VACANZE

BUONE VACANZE

LA SOCIETA COOPERATIVA SANTAMARINELLA RESTERA ' CHIUSA  DAL 15 AGOSTO AL 22 AGOSTO RESTERANNO  APERTI I SERVIZI...